Borderlight

borderlight
BORDERLIGHT
Installazione luminosa al Ponte delle Gabelle durante il Fuorisalone 2016

Venerdì 15 APRILE 2016, ore 12/24 
Via San Marco – Milano

Asterisma vi invita alla presentazione di Borderlight , un progetto di Non Riservato in partnership con Brera Design District, con il contributo di Fondazione Cariplo, la partnership istituzionale del Comune di Milano – Cultura e la sponsorizzazione tecnica de iGuzzini Italia.

Le artiste  di Asterisma Emilia Castioni, Alice Grassi e Isabella Mara in collaborazione con Luminae lighting design hanno realizzato l’installazione luminosa Borderlight.

Per la presentazione le tre artiste hanno progettato anche le sedute costellazione, che installate nello spazio daranno vita a un’inedita visione capovolta del firmamento celeste.

Borderlight è la voglia di illuminare le zone residuali della città, che prende forma di installazione luminosa e, unendo arte e light design diventa un’opera modulare fatta di luci, rami, ferro e persone che smettono di essere passanti frettolosi di ponti, parcheggi e diventano fruitori, parte attiva, abitanti temporanei. La prima mossa in questa sorta di Risiko della qualità di vita, si concentra sul confine fra zona uno e zona nove di Milano.

A scegliere dove portare la seconda tappa di Borderlight saranno poi i cittadini, votando i luoghi mappati e candidati da Non Riservato e dalle associazioni che operano sul territorio. Un nuovo punto di confine, diventerà così, luogo di socializzazione. Per tutti gli aggiornamenti basta connettersi al sito www.nonriservato.net o andare sulla pagina Facebook di Non Riservato.

Il 15 Aprile il ponte delle Gabelle verrà acceso.

Alle 12.00 avrà inizio l’allestimento pubblico, assidui frequentatori di cantieri, in veste di opinionisti, siete invitati. Nel frattempo De.de.p – design democratico partecipato, propone le “esercitazioni visive”, per socializzare sperimentando con e sulla luce: l’arcobaleno e lo spettro solare, la sintesi additiva e sottrattiva dei colori, i dischi di Newton e Maxwell, la miscelazione percettiva.
Si arriva a sera, pronti a disorientare il buio.

Alle 19.00 Borderlight si accende e subito prende vita, evadendo dai propri confini grazie a Relè , di Simona Da Pozzo (di Vegapunk e Ex Voto Radical Public Culture), una performance partecipata che, partendo dall’installazione, diffonde luci e gesti per metterla con passanti e territorio.

Alle 20.30 alle immagini si unisce il suono.
Live in occasione di Borderlight, Matteo Bennici – musician violoncellista, bassista, compositore e sound designer, con il suo ultimo lavoro Solum.

Siamo tutti sotto un ponte.

INFO
Un progetto Non Riservato
Ideato e sviluppato da Asterisma, de.de.p – design democratico e partecipato, Ex Voto Radical Public Culture
in collaborazione con Luminae lighting design
in partnership con Brera Design District
sponsorizzazione tecnica di iGuzzini
contributo di Fondazione Cariplo
partnership istituzionale Comune di Milano
Modulo luminoso a cura di Asterisma e Luminae lighting design
Performance Relé a cura di Simona Da Pozzo per ExVoto Radical Public Culture
light object Emanuele Lomello con il contributo di Maddalena Oriani e Giulia Alvaro
Light boxes a cura di Cecilia Di Gaddo per de.de.p. – design democratico e partecipato
Sedute a cura di Asterisma
Live music Matteo Bennici con “Solum”
Grafica Cecilia Di Gaddo
Realizzazione struttura modulo luminoso “Borderlight” Lattoneria Valenza
progettazione impianto elettrico: Restelli Impianti

 

info@nonriservato.net

evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1702597926685854/

Leave a comment